LE LOGGE "PRINCE HALL"

Prince hall è riconosciuto come il padre della Muraturìa nera negli Stati Uniti: storicamente, ha reso possibile per gli uomini di colore essere riconosciuti e godere di tutti i privilegi della Massoneria.

Molte sono le voci sulla sua nascita, ma pochi documenti sono stati trovati su di lui alle Barbados, dove è stato accertato che nacque nel 1748; purtroppo non vi è alcuna traccia della nascita presso gli archivi ecclesiastici o statali, e neppure a Boston; sono stati esaminati i registri battesimali di ben undici chiese senza però trovare il nome “Prince Hall”. Una diffusa diceria afferma che “... Prince Hall era libero nelle British West Indies. Suo padre, Thomas Prince Hall, era un inglese e sua madre un donna di colore nata libera di estrazione francese. Nel 1765 lavorò su una nave di Boston come conciatore di pelle, un’attività imparato dal padre. Durante questo periodo sposò Sarah Ritchery. Poco dopo il loro matrimonio, la moglie morì all’età di 24. Prince Hall si arruolò nell’esercito continentale, spingendo anche John Hancock a farlo, e fu uno dei pochi neri ad aver combattuto nella battaglia di Bunker Hill. Religiosamente versato, divenne un ministro della Chiesa metodista episcopale con una cattedra a Cambridge e si battè strenuamente per la soppressione della schiavitù.”.

Alcuni di questi fatti sono stati tratti dal discutibile libro di  Grimshaw del 1903. Libero murature tra gli uomini di colore, Prince Hall venne iniziato insieme ad altri quattordici neri durante la Guerra di Indipendenza americana Loggia n. 441 sotto la costituzione irlandese, Loggia al seguito del trentottesimo reggimento di fanteria dell’esercito britannico di stanza a FortWilliams (ora Fort Indipendence) nella baia di Boston il 6 marzo 1775. Il Venerabile della Loggia era il sergente John Batt.,

Quando l'esercito britannico si ritirò da Boston, la Loggia n. 441 concesso a Prince Hall e i suoi Fratelli di riunirsi come una vera e propria Loggia, di andare in processione il giorno di S. Giovanni, e di seppellire i morti secondo il rituale massonico; ma non gli permise di conferire gradi né svolgere altro lavoro massonico. Per nove anni questi Fratelli, insieme ad altri che avevano ricevuto i loro gradi altrove, si riunirono e godettero dei loro limitati privilegi come massonici.

Infine il 2 marzo 1784 Prince Hall presentò una petizione al Gran Loggia d’Inghilterra attraverso un Maestro Venerabile di una Loggia londinese (William Moody della Loggia Amore Fraterno n. 55) per avere una Bolla di fondazione. La Bolla venne concessa il 29 settembre 1784 sotto il nome di African Lodge n. 459 sul registro della Gran Loggia dell'Inghilterra.

Prince hall fu il primo Venerabile della Loggia, consacrata il 6 maggio 1787. La Bolla della African Lodge resta il più importante e prezioso documento attestante la partecipazione di Prince Hall alla Fraternità massonica. Attraverso di essa è tracciata la legittimità della Massoneria nera; tale documento si ritiene essere il solo originale rilasciato dalla Gran Loggia d'Inghilterra rispetto a quelli in possesso di qualsiasi Gran Loggia degli Stati Uniti.

L’African Lodge nel 1827 dichiarò la sua indipendenza dall’Inghilterra e mutò il proprio nome in African Grand Lodge n. 1. È interessante notare che quando la Gran Loggia del Massachusetts, che aveva agito fino ad allora come Gran Loggia provinciale, dichiarò la sua indipendenza, ed anche quando successivamente l'attuale Gran Loggia del Massachusetts venne costituita con la fusione di due distinti Logge, l’African Lodge non venne invitata a partecipare quale Loggia costituente, ritenendo la sua Bolla valida come quella delle altre Grandi Logge statali.

La questione della legittimità delle origini della Massoneria nera è sorto quando Assalonne Jones di Filadelfia apparve nel 1791 a Boston. Egli era stato ordinato sacerdote episcopale, iniziato Massone ed interessato ad istituire una Loggia massonica a Philadelphia. Delegazioni provenienti da Providence, Rhode Island e New York si diedero appuntamento per fondare l'African Grand Lodge quell'anno. Prince hall venne nominato Gran Mastro, carica che mantenne fino alla sua morte nel 1807. Gli successe Nero Prince e quando quest’ultimo si imbarco per la Russia nel 1808, fu nominato Gran Maestro George Middleton. Dopo Middleton divennero Grandi Maestri Petrert Lew, Samuel H. Moody e John T. Hilton.

Nel 1827, Hilton raccomandò una formale dichiarazione di indipendenza dalla Gran Loggia d’Inghilterra.

Nel 1869 un incendio distrusse la sede della Gran Loggia del Massachusetts e parte del suo inestimabile archivio. La Bolla di fondazione era conservata in un involucro tubo di metallo che la salvò dalle fiamme, ma al tempo stesso fece si che si carbonizzasse. In quelle circostanze il Gran Mastro S. T. Kendall strisciò dentro la costruzione in fiamme e, mettendo in pericolo la sua vita, salvò la Bolla dalla completa distruzione. L'originale della Bolla è ora conservato da tempo in una teca di vetro a prova di incendio in una banca di Boston.

Nel 1946 la Gran Loggia d’Inghilterra concesse il riconoscimento alla Prince Hall Grand Lodge, ma lo ritirò il medesimo anno.

Nel 1994, la Gran Loggia d’Inghilterra infine accettatò una petizione per il riconoscimento della Gran Loggia Prince Hall del Massachusetts.

Nella sua storia lunga 212 anni, la Prince Hall Grand Lodge ha generato oltre 44 altre Grandi Logge con 4.500 Logge nel mondo, formando 44 giurisdizioni autonome con un oltre 300.000 membri.

Prince Hall è sepolto nel cimitero di Charlestown, nei pressi del cantiere navale di Boston. La sua tomba si trova vicino a un grande albero e quella di sua moglie è direttamente dietro. Il sito è segnato da una colonna spezzata; un monumento eretto 88 anni dopo la sua morte a cura della Gran Loggia Prince Hall del Massachusetts.

 

Brevetto rilasciato a Prince Hall
Brevetto rilasciato a Prince Hall
Sistema attualmente in uso nelle Obbedienze "Prince Hall"
Sistema attualmente in uso nelle Obbedienze "Prince Hall"